Chi esercita attività d’impresa potrà usufruire di un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute al fine di evitare il contagio da “Coronavirus”

Il sistema di monitoraggio della temperatura corporea automatizzato e senza contatto rientra tra i DPI (dispositivi di protezione individuale) del bonus “Coronavirus”. 

Per agevolare l’acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro, il “Decreto Cura Italia” ha introdotto uno specifico credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate nel periodo d’imposta 2020, nella misura del 50% e fino ad un massimo di 20.000 euro per contribuente, nel limite complessivo massimo per le casse erariali di 50 milioni di euro.

Recentemente, il “Decreto Liquidità” ha ampliato l’ambito oggettivo della disposizione agevolativa, estendendola anche alle spese sostenute nell’anno 2020 per l’acquisto e l’installazione di dispositivi di protezione individuale (DPI) e altri dispositivi di sicurezza finalizzati a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.

[ Per maggiori informazioni visita il sito del Ministero dello sviluppo economico ]

Contattaci per saperne di più!