La potente e compatta telecamera Imperx Tiger T8040 acquisisce immagini ad altissima definizione per ispezioni di visione artificiale, metrologia ed applicazioni di riconoscimento.

IMPERX, leader nella progettazione e nella produzione di telecamere digitali industriali e sistemi di imaging di alta qualità, aggiunge alla famiglia di telecamere Tiger il modello CCD da 43 megapixel in formato ottico standard da 35 mm, disponibile con interfaccia CameraLink e CoaxPress.

La T8040 utilizza il nuovo sensore CCD da 43 MP KAI-43140 prodotto da ON Semiconductor, con risoluzione 8040 x 5360 pixel e pixel quadrati da 4,5 micron in formato 36 mm x 24 mm. La telecamera ha diverse opzioni di interfacciamento ottico tra cui F-mount, Canon EOS mount, e M42 mount.

Caratteristiche salienti della Tiger T8040:

Nessuna interferenza di colori tra i pixel adiacenti per un’eccellente metrologia del colore

Ultra bassa “dark current”

Sistema di raffreddamento opzionale per esposizioni prolungate

Interfaccia Camera Link Medium

2,7 frame per secondo a piena risoluzione

Programmabile ed aggiornabile

La Tiger T8040 si presenta in un involucro molto compatto, 69,5 x 69,5 x 51,5 mm, il che la rende una scelta eccellente per applicazioni con limitazioni di spazio.

La bassa rumorosità, l’eccellente uniformità e la bassa “dark current” permettono di ottenere immagini ad altissima qualità apprezzabili in molti campi applicativi di ispezione e sorveglianza, come nella produzione di schermi piatti OLED e LCD, imaging aereo, assemblaggio di componenti elettronici ecc.

Panoramica della serie Tiger:

Le telecamere industriali Tiger offrono una nuova piattaforma di imaging che supporta i più recenti sensori CCD. La famiglia Tiger è costituita da una serie di modelli con risoluzioni da 47, 43, 29, 16, 8.6, 8 e 4 megapixel con un’ampia gamma di velocità di acquisizione. 

Le nuove telecamere Imperx utilizzano i sensori più grandi e veloci ( formati ottici da 4/3″ a 57 mm) e tecnologie di elaborazione avanzate che permettono di soddisfare ampliamente anche le applicazioni di machine vision più esigenti.